IMPORTATORE UNICO PER L'ITALIA

"Emolliente, schiuma, detergente cerchi, shampoo spazzole, cera, cera protettiva, cera a caldo, polish”...

 

questo ed altro ancora si trovano a leggere con frequenza gli automobilisti che vogliono scegliere il giusto programma per lavare la propria auto con un impianto automatico.

Ad ogni voce aggiunta corrisponde sempre un aumento del costo finale ed al cliente risulta dunque normale chiedersi se ne valga davvero la pena e se il beneficio ottenuto sia reale.

Il problema sta proprio nel fatto che non sempre l’impianto ed i prodotti chimici impiegati sono in grado di soddisfare le aspettative create nell’utente, il quale, non trovando corrispondenza tra il denaro speso ed il risultato finale, rimane  deluso e scontento.

Questo tuttavia non deve essere generalizzato, né tantomeno dato per scontato; ma vale la pena sottolineare che è proprio tale aspetto a creare distinzione tra le varie aree di lavaggio e le tecnologie in esse impiegate, tra le differenti tipologie di impianti, il loro allestimento ed i prodotti chimici in essi utilizzati.

 

Ogni prodotto, utilizzato in incremento nelle varie fasi del lavaggio dell'auto, deve indubbiamente costituire un vantaggio in termini di performances:

 

 l’emolliente è basilare per aggredire lo sporco e “scioglierlo”;

 

 la schiuma è in grado di legarsi maggiormente allo sporco e facilitarne l’asportazione;

 

 il detergente per i cerchioni ha il compito di rimuovere lo sporco costituito prevalentemente da polvere dei freni, prima che la stessa arrivi a”bruciarsi” ed ancorarsi saldamente al metallo, alla lega o alla plastica;

 

lo shampoo spazzole ha molteplici funzioni, tra cui la più semplice è quella di ridurre l’attrito tra le spazzole del lavaggio e le superfici dell’auto;

 

la cera deperlante costituisce un ottimo idrorepellente, che aiuta la fase di asciugatura finale;

 

la cera protettiva crea un’efficace micro-barriera contro lo sporco, il quale ha di conseguenza maggiori difficoltà ad ancorarsi direttamente alle superfici, e contro tutti gli elementi di aggressione (piogge acide, raggi U.V., insetti, escrementi d’uccello, sale deghiacciante, etc.);

 

la cera a caldo riesce, in funzione della temperatura a cui viene erogata, a creare un velo uniforme sull’autovettura ed a fissarsi più velocemente sulle vernici;

 

anche il polish può avere molteplici funzioni, delle quali la più conosciuta è il potere sigillante dei pori delle vernici per conferire una maggior lucentezza alla carrozzeria.

 

La frequenza con cui l’autovettura viene sottoposta ai vari “trattamenti” rimane, al di là di tutto, fondamentale per il suo mantenimento nel tempo; se viene lavata soltanto una o due volte all’anno, e magari senza adeguata protezione finale, ben difficilmente anche il programma più completo potrà dare risultati soddisfacenti.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Nexus S.a.s. - Via Meucci - 37014 Castelnuovo del Garda - Verona - info@nexusverona.com - Partita IVA e Codice Fiscale: 02151760226